Seconda edizione del Sardegna Tourism Career Day

0
752

olbia career dayI numeri parlano chiaro, questa seconda edizione è stata un successo.
Francesco Morandi ed Antonio Usai, coloro che hanno prima pensato e poi con determinazione e coraggio realizzato questo prestigioso appuntamento, possono sfoggiare i sorrisi delle grandi occasioni. Il giovane Polo Universitario di Olbia, grazie a loro è nuovamente balzato all’onore delle cronache. Dopo  essersi distinto per aver ospitato il premio nobel Engle e l’anno scorso uno dei guru mondiali della qualità del servizio come Parasuraman, ha fatto un altro grande passo in avanti.

Oltre 1200 curricula gestiti, 750 colloqui, 20 aziende partner con oltre 40 tra manager e imprenditori attivi negli stands e 10 tra enti e associazioni a sostenere e condividere il progetto. Ma soprattutto tante opportunità concrete di farsi conoscere e di conoscere nuove aziende e, in alcuni casi, anche il concretizzarsi delle prime offerte di lavoro. I feedback positivi che sono arrivati sia dal mondo delle aziende che da quello delle istituzioni, contenevano tutti un unico filo conduttore: si tratta di un evento importante da confermare e possibilmente migliorare. La grande attenzione al Sardegna Tourism Career Day, evidenziata anche dall’ottimo ritorno sui media regionali, testimonia che c’è grande necessità di attivare azioni concrete per sostenere il variegato e ancora poco sistemico comparto turistico. Quali gli sviluppi possibili? L’incontro virtuoso tra domanda ed offerta di competenze turistiche meriterebbe una risposta continuativa: creare una banca dati regionale delle esperienze turistiche può rappresentare un serbatoio di grande valore per le aziende e un prezioso stimolo per i giovani che vogliano intraprendere una carriera nel settore.

Il prossimo Assessore regionale non dovrebbe trascurare questa così massiccia domanda di attenzione proveniente dai giovani, e da questo punto di vista, la presenza del prof. Pigliaru, alla sua prima uscita ufficiale, può rappresentare un forte segnale di interesse, anche perché il neo-Presidente ha potuto apprezzare sia l’efficienza della sede universitaria Olbiese, che la nuova struttura formativa che ospita l’ITMA – International Tourist Management Analisys, uno dei rari master in lingua inglese che attirano anche studenti stranieri.

In uno scenario nel quale si parla molto, ma poi nel concreto sono poche le azioni consistenti ed efficaci, Sardegna Tourism Career Day, è un ottimo modo per iniziare a cambiare in meglio il modo di fare turismo.

Buon futuro.

Lucio