startup

image_pdfimage_print

Impresa in Azione, il nuovo programma di educazione all’imprenditorialità

Quest’anno Sardegna 2050 in collaborazione con Open Campus Tiscali e Scuolimpresa Sardegna coordina il programma “Impresa in Azione.

Impresa in azione è il programma didattico di educazione imprenditoriale sviluppato e promosso nelle scuole italiane da Junior Achievement che consente di arricchire il processo di apprendimento grazie alla partecipazione a iniziative, eventi, competizioni a carattere internazionale.

Dall’anno scolastico 2015/2016, inoltre è accreditato tra i percorsi di alternanza scuola-lavoro ufficialmente proposti dal MIUR.

Anche gli Istituti Superiori della Sardegna hanno aderito al programma. 20 classi provenienti dalle province di Sassari, Cagliari e Oristano svilupperanno la propria idea di business e parteciperanno alle selezioni regionali.

Impresa in Azione consente agli studenti di sviluppare competenze e attitudini imprenditoriali attraverso una metodologia didattica singolare, basata sull’imparare facendo. I ragazzi hanno la possibilità di sviluppare il proprio progetto e sperimentare le tappe della creazione di un’impresa e della sua gestione. Per farlo, si avvalgono della collaborazione, di un esperto d’azienda, che mette a disposizione la sua esperienza e professionalità e aiuta i ragazzi a completare il percorso didattico.

Il programma “Impresa in Azione”, stimola il senso di iniziativa, agendo su attitudini come la proattività, la capacità d’innovare, la creatività individuale e collettiva. Promuove l’imprenditorialità, illustrando come nasce e si sviluppa una startup sul mercato reale. Avvicina al mondo del lavoro, presentando i modelli organizzativi aziendali, le professionalità coinvolte, i settori che offrono maggiori opportunità occupazionali.

Educare all’imprenditorialità non significa solo orientare verso la strada del lavoro autonomo e imprenditoriale, ma aprire una finestra verso il mondo del lavoro e presentare, facendole toccare con mano, le sfide e le problematiche che ogni professionista deve saper affrontare nella quotidianità.

Inoltre, gli studenti che partecipano a Impresa in azione possono ottenere la certificazione europea delle competenze imprenditoriali Entrepreneurial Skills Pass (ESP). Si tratta di una certificazione internazionale che attesta il possesso di conoscenze teoriche e pratiche in ambito economico, finanziario e imprenditoriale,

Il percorso ha una durata di 80/100 ore e si svolge durante l’orario scolastico.

In particolare, nel corso di un anno scolastico gli studenti:

  • Individuano un’idea di business
  • Valutano la sua fattibilità tecnica, economica e il potenziale di mercato
  • Svolgono indagini di mercato
  • Raccolgono denaro reale (che forma il capitale sociale) attraverso la vendita di azioni a famigliari e amici
  • Realizzano un business plan
  • Sviluppano concretamente un prodotto o un servizio
  • Preparano un sito web e una strategia promozionale, anche attraverso l’uso dei social media
  • Valutano l’opportunità di tutelare la propria idea con il deposito di un brevetto
  • Vendono e promuovono il prodotto o servizio
  • Gestiscono la contabilità aziendale
  • Partecipano alle fiere locali, nazionali e internazionali di Junior Achievement
  • Competono con le altre scuole italiane ed europee

 

Questo approccio esperienziale, adeguatamente adattato al contesto economico, culturale e legislativo italiano, trova le sue basi nella regolamentazione della mini-impresa a scopo formativo.

 

 

 

 

SEW – Startup Europe Week 2016 (Settimana Europea delle Startup)

Anche la Sardegna aderisce alla Startup Europe Week, l’iniziativa voluta dalla Commissione Europea e promossa dalla Startup Europe Partnership, che nei primi cinque giorni di Febbraio coinvolgerà più di 40 Paesi e 200 città in tutta Europa, a partire da Bruxelles, dove si svolgeranno gli eventi principali, fino alle città del Nord e Centro Europa.

Dal 3 al 5 febbraio, cinque appuntamenti a Cagliari, Assemini e Nuoro durante i quali si parlerà del sistema imprenditoriale sardo con momenti di approfondimento che serviranno ad offrire ai giovani imprenditori un quadro completo delle opportunità, degli incentivi e agevolazioni messi a disposizione a livello locale, nazionale e internazionale dall’Unione Europea.

La Startup Europe Week sarà un’occasione in cui imprenditori, professionisti e istituzioni potranno confrontarsi sui temi dell’innovazione, della digital fabrication e del coworking e studiare insieme metodi e processi per valorizzare l’ecosistema sardo dell’innovazione.

STARTUP EUROPE WEEK a Cagliari

Gli appuntamenti nel capoluogo sardo sono per il 3, 4 e 5 Febbraio. Le tre giornate si svolgeranno nei principali spazi di coworking della città.

3 Febbraio all’Open Campus Tiscali: la giornata sarà dedicata all’imprenditoria giovanile. Si parlerà dei vantaggi offerti a chi avvia una startup, di networking e agevolazioni fiscali per i giovani imprenditori attivi a livello regionale. La giornata terminerà con un focus sullo Sportello Europe Direct della Regione Autonoma della Sardegna con l’intervento di Antonio Mura.

Il 4 Febbraio l’appuntamento sarà presso Hub/Spoke, lo spazio di coworking di recente inaugurazione, situato nella centralissima via Roma. Gli eventi ruoteranno intorno alle opportunità economiche offerte alle startup: si parlerà di finanziamenti e agevolazioni con Sebastiano Baghino, responsabile dello Sportello Startup di Sardegna Ricerche. Si affronteranno tematiche legate al business, alla fattibilità, al mercato e al crowfunding. Sarà un’occasione per conoscere i rappresentanti dei diversi spazi di coworking cittadini: Hub/Spoke, Open Campus Tiscali, FabLab Cagliari e Rivos Coworking. A fine giornata prenderanno la parola gli imprenditori sardi che hanno sviluppato la propria startup nel territorio di Cagliari.

Il 5 Febbraio gli eventi della SEW si sposteranno di pochi metri, presso la sede di The Net Value, spazio di coworking e incubatore di idee innovative, con un seminario dal titolo “Docker from Scratch” tenuto da Giacomo Vacca.

STARTUP EUROPE WEEK a Nuoro

Il 4 Febbraio le iniziative coinvolgeranno anche l’entroterra sardo: l’appuntamento è presso la Camera di Commercio di Nuoro, dove si parlerà di “Nuove imprese tra tradizione e innovazione”. Gli argomenti saranno legati alle esigenze del territorio del centro Sardegna: si parlerà dell’iniziativa “Make in Nuoro: nuove opportunità con la fabbricazione digitale”. Interverranno i rappresentanti dello Sportello per l’Autoimprenditorialità della Camera di Commercio di Nuoro per presentare i finanziamenti e le agevolazioni agli imprenditori locali. La giornata sarà l’occasione per ascoltare le esperienze degli imprenditori del territorio.

STARTUP EUROPE WEEK ad Assemini

Il 5 Febbraio la SEW si sposta ad Assemini, presso l’Aula Consiliare del Comune per l’evento “Imprese artigiane, Innovazione, Digital Fabrication”. Si parlerà di innovazione digitale applicata ai settori tradizionali dell’artigianato. Interverranno Nicola Pirina, General Manager di Sardex ed innovation strategist, e Stefano Mameli, Segretario Regionale di Confartigianato. Al termine della giornata verranno presentati alcuni progetti imprenditoriali ed educativi ad alto tasso di innovazione.

In ogni giornata ci sarà spazio per il networking: un’occasione per conoscersi e fare rete. Per partecipare alle diverse giornate di formazione è necessaria la prenotazione.

Per scaricare il programma e registrarsi clicca qui!

 

Startup Europe Week “SEW” è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea e coordinata a Cagliari, Nuoro ed Assemini da Sardegna 2050 grazie al supporto e alla collaborazione di Hub/Spoke, Open Campus Tiscali, il Comune e lo Sportello Europa di Assemini, The Net Value, Camera di Commercio di Nuoro, Sardegna Ricerche, Sportello Europe Direct della Regione Autonoma della Sardegna, Strogoff, Apply Consulting.

 

image_pdfimage_print