laboratori

image_pdfimage_print

Sardegna 2050 partecipa alla Settimana di Educazione all’Informatica!

HoC 2015

Ci risiamo! Eccoci pronti per una nuova avventura (in realtà non ci siamo mai fermati!). 
Sardegna 2050 ha raccolto una nuova sfida, abbiamo deciso di aderire alla “Computer Science Education Week” che si svolge dal 7 al 13 dicembre 2015 e che promuove l’iniziativa Hour of Code, il cui obiettivo è che tutti provino durante la loro vita almeno un’ora di programmazione (coding).
All’iniziativa ha aderito già dal 2014 il MIUR, che con la collaborazione del CINI – Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica – ha lanciato il progetto “Programma il Futuro” (parte de #labuonascuola) il cui obiettivo è promuovere l’Hour of Code e fornire alle scuole una serie di strumenti semplici, divertenti e facilmente accessibili per formare gli studenti ai concetti di base dell’informatica. 
Anche in Sardegna dal 7 al 13 dicembre diverse scuole aderiranno al progetto e gli studenti avranno la possibilità di imparare a programmare divertendosi. L’iniziativa Hour of Code si avvale della piattaforma Code.org, usata in tutto il mondo, che consente con suoi esercizi di approcciarsi all’informatica e al pensiero computazionale, in maniera divertente e interattiva animando i personaggi più amati del mondo dei video games e dei cartoon. 
Il lato scientifico-culturale dell’informatica, definito pensiero computazionale, aiuta a sviluppare competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente, abilità fondamentali per tutti i cittadini e sempre più richieste dal mondo del lavoro. Il coding consente di sviluppare il pensiero computazionale in modo semplice e divertente. Conoscere il linguaggio della programmazione significa partecipare attivamente al processo di cambiamento tecnologico che stiamo attraversando e comprendere i meccanismi che sono alla base del processo creativo. Al giorno d’oggi, per essere culturalmente preparato a qualunque lavoro è indispensabile una comprensione dei concetti di base dell’informatica. 
Se vuoi saperne di più, guarda il Programma “Hour of Code in Sardegna“!

Convegno “Competenze digitali: una priorità per lo sviluppo della Sardegna”

 

Sabato 17 ottobre, dalle 09:00 alle 13:00 presso l’Auditorium del Campus di Tiscali, si terrà il convegno pubblico “Competenze digitali: una priorità per lo sviluppo della Sardegna”, l’evento rientra tra le iniziative della Sardinia Code Week 2015, la Settimana Europea della Programmazione, che si è tenuta in 10 città dell’isola dal 10 al 18 ottobre. (vedi programma completo).

Il convegno sarà un importante momento di approfondimento che coinvolgerà gli operatori del territorio interessati ai processi di digitalizzazione: isituzioni pubbliche, scuole, università e mondo delle imprese. Sarà un’occasione di confronto durante la quale si analizzeranno i progetti di innovazione in atto, tesi alla diffusione delle competenze digitali, si evidenzieranno punti di forza e punti di debolezza sia nel settore pubblico che in quello privato. L’obiettivo è quello di costruire insieme le azioni più adeguate ed efficaci per migliorare le competenze digitali dei cittadini sardi, che si traducano in maggiori e più qualificate opportunità di lavoro per i singoli e in una nuova visione di sviluppo per il nostro territorio regionale.

Al convegno parteciperanno il Presidente della Regione Autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru e il Segretario Generale della Fondazione Banco di Sardegna, Carlo Mannoni.

La Regione Sardegna ha concesso proprio nei giorni scorsi un contributo importante all’organizzazione della Sardinia Code Week, apprezzando i notevoli sforzi organizzativi messi in campo dall’associazione Sardegna 2050, da Open Campus Tiscali, e tutti i volontari che hanno contribuito a creare una seconda edizione ricca di eventi e molto partecipata.

Programma:
9:00 / 9:30
Registrazione partecipanti
9:30 / 9:45
Introduzione: Gianfranco Fancello e Nicola Pirina (Sardegna 2050), Alice Soru (Open Campus Tiscali)
9:45 / 10:00
“Creatività e laboratori artigiani”, Angelo Angius, Istituto Comprensivo LiPunti Sassari
10:00 / 10:15
“Se non documenti, non esisti”, Anna Rita Vizzari, docente di Lettere comandata presso l’USR Sardegna
10:15 / 10:30
“Una scuola contemporanea”, Alberto Melis e Paolo Garau, UpSchool
10:30 /10:45
“Saper fare; noi ci proviamo” Ignazia Cera, Ignazio Murru – Istituto Comprensivo Sestu
10:45 / 11:00
Gianni Fenu, Dipartimento di Matematica e Informatica, Università degli Studi di Cagliari
11:00 / 11:15
“Scuola digitale, agitare prima dell’uso”, Piero Piasotti, Istituto Comprensivo 3 Quartu

11:15-11:30 Coffee break

11:30 / 12:00
Imprese ICT: Cesare Cappio Borlino (AICOF),  Luca Manunza (Tiscali), Gianluca Molinu (DoveConviene), Rinaldo Bonazzo (RealT)
12:00 / 12:15
In collegamento via Skype Alessandro Bogliolo, Ambassador Italiano della CodeWeek
12:15 / 12:40
Carlo Mannoni, Segretario Generale della Fondazione Banco di Sardegna
12:40 / 13:00
Francesco Pigliaru, Presidente della Regione Autonoma della Sardegna
13:00 / 13:30 Buffet e networking

Sardinia Code Week 2015 è promossa e coordinata da Open Campus e Sardegna2050, realizzata grazie al supporto della Fondazione Banco di Sardegna e in collaborazione con la Regione Autonoma della Sardegna. Sono partner dell’iniziativa Hub/Spoke, CubAct – Ufficio Trasferimento Tecnologico dell’Università degli Studi di Sassari, AILUN, Tiscali, Sardinia Open Data, LIUC-Università C.Cattaneo, GuideMeRight, Nordai, Coder Dojo Cagliari, Neatec, WinePIX, Carlo Parodo, Abinsula, SARDU, Sist.El Informatica, Oligamma, Jservice, Inoke, Acquario di Cala Gonone, Fab Lab UniSS, Digital Champions Sardegna e tanti programmatori, studenti e insegnanti volontari. L’evento è patrocinato dal Comune di Alghero.

A Cagliari: Hackerdomo, il nuovo hackathon sul tema dell’istruzione

Anche la Regione Autonoma della Sardegna aderisce a Sardinia Code Week 2015, nell’ambito del progetto Learn to Code in collaborazione con Codecademy, con cui la Regione ha stipulato un accordo per la diffusione della programmazione informatica nelle scuole della Sardegna, si terrà domenica 18 ottobre, presso il Liceo Siotto Pintor, a Cagliari, dalle ore 9.30 alle ore 20.00.  la prima edizione di Hackerdomo, l’hackathon che consentirà di sviluppare nuove idee sul tema dell’istruzione.

Hackerdomo concluderá la Sardinia Code Week. Possono partecipare ad esperti, neofiti e semplici curiosi, appassionati di informatica e designer che desiderano trovare nuove soluzioni nel campo dell’istruzione. I partecipanti avranno infatti come finalità l’inventare nuovi sistemi per l’apprendimento. Non ci sono limiti di creatività e nemmeno di tecnologie da poter utilizzare. I progetti elaborati durante l’hackathon saranno valutati al termine della giornata da una giuria qualificata. I due migliori, uno per la categoria studenti under 18 ed uno per la categoria non studenti, saranno premiati con 1000 euro ciascuno.

Contemporaneamente all’hackathon, ci saranno workshop e laboratori gratuiti e aperti a tutti incentrati principalmente su Javascript e Node.JS. Maggiori informazioni sul sito ufficiale www.hackerdomo. com.

Possono partecipare ad Hackerdomo esperti, neofiti e semplici curiosi, appassionati di informatica e designer che desiderano trovare nuove soluzioni nel campo dell’istruzione. I partecipanti avranno infatti come finalità l’inventare nuovi sistemi per l’apprendimento. Non ci sono limiti di creatività e nemmeno di tecnologie da poter utilizzare. I progetti elaborati durante l’hackathon saranno valutati al termine della giornata da una giuria qualificata. I due migliori, uno per la categoria studenti under 18 ed uno per la categoria non studenti, saranno premiati con 1000 euro ciascuno.

Contemporaneamente all’hackathon, ci saranno workshop e laboratori gratuiti e aperti a tutti incentrati principalmente su Javascript e Node.JS. Maggiori informazioni sul sito ufficiale www.hackerdomo. com.
image_pdfimage_print