Laboratorio 9 – Immagine e Comunicazione

image_pdfimage_print

concept social networkIl laboratorio è suddiviso in due sezioni:

  • Immagine e Comunicazione Istituzionale
  • Immagine e Comunicazione Territoriale

La sezione istituzionale tratta tutti gli aspetti propri della I&C legati al materiale ed ai contenuti prodotti e quelli che si produrranno per il funzionamento dell’associazione.

La sezione territoriale tratta tutti gli aspetti propri della I&C legati più specificamente e direttamente al territorio della Sardegna. E’ una visione atipica e per certi versi nuova, non tanto dal punto di vista degli argomenti che trattiamo e che sono noti e sotto gli occhi di tutti, ma dal punto di vista dell’approccio, nel senso che un organizzazione come Sardegna 2050 (intesa per quello che si propone di fare su tutti gli argomenti previsti dagli altri laboratori) difficilmente si è occupata di trattare un argomento simile, preoccupata, giustamente, di cercare di risolvere problematiche più evidenti e soprattutto maggiormente sentite dalla collettività. Questo laboratorio cerca di attivare la necessaria attenzione su aspetti che normalmente non vengono giudicati fondamentali o importanti, ma che al contrario sempre più assumono rilievo in un contesto generale e globale.

Si intende perciò lavorare per individuare i bisogni e le soluzioni affinchè l’Immagine e la Comunicazione della Sardegna possa migliorare dove già viene utilizzata o possa essere applicata dove ancora non viene impiegata.

Per rendere ancora più chiaro di cosa si intende parlare, di seguito una serie di esempi (non ordinati per priorità) su come si dovrebbe intervenire per rendere l’Immagine della Sardegna migliore o più Comunicativa:

  • realizzare un “Piano Colore” regionale per caratterizzare i paesi e le cittadine Sarde;
  • incentivare-imporre l’intonacatura e la verniciatura delle facciate di tutte le costruzioni;
  • migliorare il sistema indicatore circolatorio (cartelli stradali) e incentivare l’apposizione di cartelli informativi per tutte le località culturali e turistiche dell’Isola;
  • adottare un piano delle insegne delle attività commerciali che sia caratterizzante per ogni località a seconda della storia o della posizione territoriale;
  • disincentivare pesantemente le scritte sui muri e i pseudo-murales creativi con eventuali obblighi di ripristino e incentivare l’uso di sistemi di protezione anti-scritta;
  • promuovere l’adozione di opere culturali, monumenti storici, case o paesi di origine di personaggi importanti da parte di soggetti privati che possano preservarli e utilizzarli per scopi culturali;
  • incentivare, in accordo con lo Stato o gli Enti Statali, il recupero di strutture abbandonate con un comodato d’uso di scambio per il loro utilizzo;
  • stipulare degli accordi con tutte le società di comunicazione per diffondere la cultura dell’immagine e della comunicazione in tutte le direzioni e con tutti gli strumenti conosciuti verso organizzazioni pubbliche e private attraverso corsi di formazioni smart.

Il laboratorio potrà discutere questi aspetti, introdurne di nuovi e soprattutto individuare delle linee guida da utilizzare per preparare un documento programmatico da sottoporre alla direzione.